Studio Laura Gatti

Prime piante sul «Bosco verticale»

Il progetto urbanistico Milano Porta Nuova

È iniziata mercoledì la fase di piantumazione della coppia ditorri da 26 e 18 piani progettata da Boeri

MILANO – Il giardino condominiale spunta dai terrazzi e dai balconi dei due grattacieli. È iniziata mercoledì la fase di piantumazione del «Bosco verticale», la coppia di torri da 26 e 18 piani progettata dall’architetto (oggi assessore) Stefano Boeri per Milano Porta Nuova, nel quartiere Isola. Una volta completate, le «facciate vegetali» saranno composte da 730 alberi grandi e piccoli, 11 mila fra perenni e tappezzanti, 5 mila arbusti, un mix di essenze per un ettaro di parco complessivo. «È una sintesi di architettura d’avanguardia e sostenibilità ambientale», ha sottolineato Manfredi Catella, l’Ad di Hines Italia. Così Boeri: «Attenzione alla qualità estetica». A fine mese, intanto, partirà la consegna degli uffici nei grattacieli Garibaldi a Unicredit.

14 giugno 2012 – Corriere della Sera, Milano