Studio Laura Gatti

A Milano nasce un Bosco Verticale

“A Milano nasce un Bosco Verticale”

A MIlano, nel quartiere Porta Nuova Isola, ha preso avvio la piantumazione di Bosco Verticlae: due torri residenziali, di 110 e 80 metri di altezza, pari a 26 e 18 piani, progettate da Boeri Studio. Una volta ultimate, le torri accoglieranno 480 alberi grandi e medi, 250 alberi piccoli, 5.000 arbusti, 11.000 fra perenni e tappezzanti, per oltre cento specie diverse e un totale di 10.000 metri quadrati di verde, a coprire le facciate.

Bosco Verticale, che ha ottenuto la certificazione Leed (Leadership in Energy and Environmental Design), è un esempio unico di architettura sostenibile, in cui la scehrmatira vegetale, unita a materiali, tecnologie e soluzioni d’avanguardia, riduce i consumi energetici degli edifici del 30 per cento, li protegge dall’inquinamento acustico filtra le polveri sottili urbane e incrementa la biodiversità. Il sistema fioriera-albero è stato testato nella Galleria del Vento del POlitecnico di Milano e dell’Università di Miami. “Per la prima volta l’albero è stato posto al centro del progetto” dice Laura Gatti, la paesaggista che assieme a Emanuela Borio si è occupata delle scelte botaniche.

“Le piante, che sono state precoltivate nel vivaio Peverelli per due anni, per adattarle alla coltivazione nelle vasche, sono state scelte per adattabilità, apparato radicale non aggressivo, assenza di parti moleste, ridotto potenziale allergenico, efficienza nel fissare le micropolveri, semplicità di manutenzione, resitenza alle malattie. Le specie variano a seconda dell’esposizione delle facciate e dell’altezza dei piani. La manutenzione sarà condominiale, con impianto di irrigazione centralizzato, controllato in remoto, fertirrigazione, trappole e piante spia per il controllo fitosanitario, uso di antiparassitari biologici, diffusori di insetti utili”.

(info: 02 45475195-96 www.porta-nuova.com)

di Margherita Lombardi

GARDENIA - agosto 2012